Rivastigmina, Exelon

Rivastigmina (Exelon, Prometax, Nimvastid): effetti collaterali, controindicazioni, posologia, dosaggio, indicazioni, dosi ed interazioni

Nome Generico: rivastigmina  Marchi: Exelon, Prometax, Nimvastid  Disponibilità: solo su prescrizione  Categoria di Gravidanza: B, nessun rischio per l’uomo

La rivastigmina viene utilizzato per:

Trattare mite demenza di grado moderato (ad esempio, deficit della memoria o di giudizio, il pensiero astratto e cambiamenti di personalità) in pazienti affetti da Alzheimer e dal morbo di Parkinson.

La rivastigmina è un inibitore della colinesterasi. Agisce aumentando la quantità di una determinata sostanza (acetilcolina) nel cervello, che può contribuire a ridurre i sintomi della demenza nei pazienti con malattia di Alzheimer.

NON usare rivastigmina se:

è allergico a qualsiasi ingrediente di rivastigmina o ad carbammato derivati ​​(ad esempio, meprobamato)
sta assumendo un’altra forma di rivastigmina (es. patch, soluzione) o un altro inibitore della colinesterasi (ad esempio, donepezil)

Rivolgersi al proprio medico o il fornitore di cure mediche subito se uno di questi si applicano a voi.

Prima di utilizzare rivastigmina:

Alcune condizioni mediche possono interagire con rivastigmina. Informi il medico o il farmacista se avete qualunque condizioni mediche, soprattutto se una delle seguenti si applicano a voi:

se è incinta, sta pianificando una gravidanza o l’allattamento al seno
se sta assumendo qualsiasi prescrizione o medicine senza ricetta medica, la preparazione a base di erbe, o supplemento dietetico
se avete allergie alle medicine, alimenti, o altre sostanze
se avete una storia di problemi renali, problemi cardiaci (ad esempio, battito cardiaco lento o irregolare, sindrome del seno malato), convulsioni (ad esempio, epilessia), allo stomaco o problemi intestinali (ad esempio, l’ulcera), problemi polmonari o respiratori (per esempio, asma, malattia polmonare ostruttiva cronica [COPD]), o di un blocco urinario
se si dispone di demenza o di altre abilità mentali diminuzione che non è causata da Alzheimer o il morbo di Parkinson
se ci si debba avere altre procedure mediche o interventi chirurgici in anestesia generale
se pesate meno di 110 libbre (50 kg)

Alcuni medicinali possono interagire con rivastigmina. Dire al vostro fornitore di cure mediche se sta assumendo altri farmaci, in particolare uno dei seguenti:

Farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) (per esempio, l’ibuprofene), perché il rischio di sanguinamento dello stomaco o dell’intestino può essere aumentata
Agenti colinergici (ad esempio, betanecolo) o un altro inibitore della colinesterasi (ad esempio, donepezil) perché possono aumentare il rischio di effetti collaterali di rivastigmina
Anticolinergici (es. scopolamina) perché la loro efficacia può essere diminuita da rivastigmina

Questo non può essere un elenco completo di tutte le interazioni che possono verificarsi. Chiedete al vostro fornitore di cure mediche se la rivastigmina può interagire con altri medicinali che si prendono. Verificare con il proprio fornitore di assistenza sanitaria prima di iniziare, interrompere o modificare il dosaggio di qualsiasi medicinale.

Avvertenze Gravidanza Rivastigmina

La rivastigmina è stato assegnato alla gravidanza categoria B da parte della FDA. Gli studi sugli animali hanno rivelato evidenza di peso del feto / pup leggermente diminuito. Non esistono dati controllati in donne in gravidanza. Rivastigmina deve essere somministrato durante la gravidanza solo se i potenziali benefici superano i potenziali rischi.

Avvertenze allattamento Rivastigmina

Studi di trasferimento del latte negli animali non sono stati condotti con rivastigmina per via cutanea. In ratti trattati con rivastigmina per via orale, le concentrazioni di rivastigmina più metaboliti sono stati di circa due volte superiori nel latte che nel plasma. Non è noto se la rivastigmina sia escreta nel latte materno umano. Sistema transdermico rivastigmina ha alcuna indicazione per l’uso nelle madri che allattano.

Come usare rivastigmina:

Utilizzare rivastigmina come indicato dal vostro medico. Controllare l’etichetta sul medicinale per esatte istruzioni per il dosaggio.

Prendere rivastigmina per via orale con i pasti mattina e sera, a meno che il medico ti dice il contrario.
Prendete rivastigmina a intervalli regolari per ottenere il massimo beneficio da esso.
Prendendo rivastigmina allo stesso tempo, ogni giorno ti aiuterà a ricordare di prenderla.
Continuare a prendere rivastigmina, anche se si sente bene. Da non perdere le dosi prescritte.
Se si dimentica una dose di rivastigmina, prenda il più presto possibile. Se è quasi ora per la dose successiva, salti la dose e tornare al normale orario di dosaggio. Non prendete 2 dosi in una volta. Rivolgersi al proprio medico se si dimentica di diverse dosi di rivastigmina. Il medico può essere necessario riavviare il farmaco a un dosaggio inferiore per evitare effetti collaterali.

Chiedete al vostro fornitore di cure mediche tutte le domande che potresti avere su come utilizzare rivastigmina.

Importanti informazioni di sicurezza:

La rivastigmina può provocare vertigini, sonnolenza, o svenimento. Questi effetti possono essere peggiore se si prendono con l’alcol o di alcuni farmaci. Utilizzare rivastigmina con cautela. Non guidi o svolgere altre attività eventualmente pericolosi finché non si sa come reagire ad esso.
Non prenda più della dose raccomandata, senza essersi consultato con il medico.
Quando si inizia a prendere la rivastigmina, il medico aumenterà lentamente la dose nell’arco di diversi mesi. Questo può contribuire a diminuire il rischio di alcuni effetti collaterali (ad esempio, nausea, vomito, perdita di appetito). Seguite attentamente il programma di dosaggio prescritto dal medico.
Informi il medico o il dentista che si prende la rivastigmina prima di sottoporsi a cure mediche o dentarie, cure d’emergenza, o interventi chirurgici.
Rivastigmina non deve essere usato nei bambini, la sicurezza e l’efficacia nei bambini non sono state confermate.
Gravidanza e allattamento: Se rimani incinta, contattare il medico. Avrete bisogno di discutere i vantaggi e sui rischi dei rivastigmina durante la gravidanza. Non è noto se la rivastigmina si trova nel latte materno. Rivastigmina non è approvato per l’uso in donne che possono essere allattamento.

Possibili effetti collaterali di rivastigmina:

Tutti i farmaci possono causare effetti indesiderati, ma molte persone non hanno o hanno minori effetti collaterali. Verificare con il proprio medico se uno qualsiasi di questi effetti indesiderati più comuni persistono o diventano fastidiosi:

Diarrea, capogiri, sonnolenza, cefalea, aumento della sudorazione, perdita di appetito, nausea, disturbi di stomaco o dolore, stanchezza, disturbi del sonno, vomito, debolezza, perdita di peso.

Consultare un medico subito se uno di questi effetti indesiderati gravi si verificano:

Gravi reazioni allergiche (rash, orticaria, prurito, difficoltà di respiro, senso di oppressione al petto, gonfiore della bocca, viso, labbra o lingua), ansia, sanguinosa o nero, sgabelli catramosi, dolore toracico, confusione, diminuzione della coordinazione, riduzione, maggiore, o minzione dolorosa, svenimenti, febbre, mentale o cambiamenti dell’umore o peggioramento (ad esempio, depressione), tremore insorgenza o peggioramento o movimenti incontrollati dei muscoli o peggioramento di problemi a camminare, convulsioni, diarrea grave o persistente, nausea, mal di stomaco, o vomito, vertigini grave o persistente, stanchezza o debolezza, perdita grave o persistente di appetito o perdita di peso, battito cardiaco lento o irregolare, difficoltà di parlare o deglutire, contrazione del viso o della lingua, vomito, che assomigliano sangue o di caffè.

Questa non è una lista completa degli effetti indesiderati che possono verificarsi. Se avete domande circa gli effetti collaterali, contattare il fornitore di assistenza sanitaria. Chiamate il vostro medico per un consiglio medico circa gli effetti collaterali.

Effetti collaterali nel dettaglio

Alcuni effetti collaterali di rivastigmina non possono essere riportati. Consultare sempre il proprio medico o specialista sanitario per un consiglio medico.

Per il consumatore

Si applica a rivastigmina: capsule orali, soluzione orale
Altre forme di dosaggio:

rilascio prolungato pellicola transdermico

Ottenere assistenza medica di emergenza se si dispone di uno qualsiasi di questi segni di una reazione allergica durante l’assunzione di rivastigmina: orticaria, difficoltà respiratorie, gonfiore del viso, delle labbra, della lingua o della gola.

Smettere di usare rivastigmina e chiamare subito il medico se si dispone di uno qualsiasi di questi gravi effetti collaterali:

mal di stomaco, nausea e vomito, perdita di appetito;

nero, sanguinoso, o sgabelli catramosi;

tosse con sangue o vomito, che assomigliano sangue o di caffè;

sensazione di testa leggera, svenimento;

dolore al petto;

confusione, agitazione, paura estrema, o

dolore o bruciore quando si urina.

Meno gravi effetti collaterali di rivastigmina possono includere:

disturbi di stomaco, diarrea;

perdita di peso;

debolezza, vertigini;

gonfiore alle mani o dei piedi;

dolore alle articolazioni;

tosse, naso chiuso o che cola;

aumento della sudorazione;

problemi di sonno (insonnia), o

mal di testa.

Questa non è una lista completa degli effetti indesiderati possono verificarsi e altri. Informi il medico di eventuali effetti collaterali insoliti o fastidiosi.

Per gli operatori sanitari

Si applica a rivastigmina: capsule orali, soluzione orale, pellicola transdermico a rilascio prolungato

Gastrointestinale

Effetti gastrointestinali quali nausea (47%), vomito (31%), diarrea (19%), anoressia (17%), dolore addominale (13%), dispepsia (9%), stipsi (5%), flatulenza (4% ), e eruttazioni (2%) sono stati segnalati. C’è stato anche un report postmarketing di vomito grave con rottura esofagea dopo reinitiation inadeguato di trattamento. Segnalazioni post-marketing hanno incluso ulcere duodenali.

Quando il trattamento viene interrotto per più di qualche giorno, il trattamento deve essere ripreso con la dose minima giornaliera per ridurre la possibilità di vomito e la sua potenzialmente gravi sequele.

Sistema nervoso

Sono stati segnalati effetti collaterali sul sistema nervoso tra cui vertigini (21%), cefalea (17%), sonnolenza (5%), tremore (4%), aumento della sudorazione (4%), e la sincope (3%). Segnalazioni post-marketing hanno incluso confusione.

Generale

Sono stati segnalati effetti indesiderati generali tra cui traumi accidentali (10%), affaticamento (9%), astenia (6%), malessere (5%), sintomi simil-influenzali (3%), e la riduzione del peso (3%).

Psichiatrica

Sono stati riportati effetti collaterali psichiatrici compreso insonnia (9%), confusione (8%), depressione (6%), ansia (5%), allucinazioni (4%), e la reazione aggressiva (3%).

Dermatologica

Sono stati segnalati effetti collaterali dermatologici tra cui la sindrome di Stevens-Johnson. Un caso di eruzione eritematosa macropapular dovuta alla terapia rivastigmina è stata anche riportata.

Genito-urinario

Sono stati segnalati effetti collaterali genito-urinario tra cui l’infezione del tratto urinario (7%).

Respiratorio

Sono stati segnalati effetti indesiderati respiratori tra cui rinite (4%).

Cardiovascolari

Sono stati segnalati effetti collaterali cardiovascolari tra cui ipertensione (3%). Un caso di blocco atrioventricolare completo è stata anche riportata.

Epatico

Effetti collaterali epatici hanno incluso alterazioni dei test di funzionalità epatica.

In caso di sovradosaggio è sospettato:

Contattare il 118 immediatamente. I sintomi possono includere svenimento, aumento della produzione di saliva, perdita di coscienza, debolezza muscolare, convulsioni, forti capogiri, nausea o vomito, grave aumento della sudorazione, rallentamento del battito cardiaco, respirazione lenta o superficiale.

La corretta conservazione di rivastigmina:

Conservare rivastigmina a 77 gradi F (25 gradi C). Breve conservazione a temperature tra i 59 ei 86 gradi F (15 e 30 gradi C) è consentito. Conservare lontano da calore, umidità e luce. Non conservare in bagno. Tenere rivastigmina fuori dalla portata dei bambini e lontano da animali domestici.

Informazioni generali:

Se avete domande su rivastigmina, si prega di parlare con il medico, il farmacista, o il fornitore di assistenza sanitaria.
Rivastigmina deve essere utilizzato solo da parte del paziente per i quali è prescritto. Non condividere con altre persone.
Se i sintomi non migliorano o se peggiorano, consultare il medico.
Controllare con il vostro farmacista come eliminare i medicinali non utilizzati.

Questa informazione non deve essere usato per decidere se adottare o meno rivastigmina o qualsiasi altro medicinale. Solo il medico ha la conoscenza e la formazione di decidere quali farmaci è giusto per te. Queste informazioni non sostiene alcun farmaco come sicuri, efficaci, o approvato per il trattamento di ogni paziente o condizione di salute. Questo è solo un breve riassunto di informazioni di carattere generale su rivastigmina. Essa non comprende tutte le informazioni circa i possibili usi, indicazioni, avvertenze, precauzioni, interazioni, effetti collaterali o rischi che si possono applicare alla rivastigmina. Questa informazione non è una consulenza medica specifica e non sostituisce le informazioni che ricevete dal vostro fornitore di assistenza sanitaria. È necessario parlare con il vostro fornitore di assistenza sanitaria per informazioni complete circa i rischi ei benefici della somministrazione di rivastigmina.