Pantoprazolo, pantoloc

Pantoprazolo ( Protonix, PANTOPRAZOLO ACTAVIS, PANTOPRAZOLO ALTER, PANTOPRAZOLO BLUEFISH): effetti collaterali, controindicazioni, posologia, dosaggio, indicazioni, dosi ed interazioni

Nome Generico: pantoprazolo  Marca: Protonix, Protonix IV, PANTOPRAZOLO ACTAVIS, PANTOPRAZOLO ALTER, PANTOPRAZOLO BLUEFISH, PANTOPRAZOLO DOC, PANTOPRAZOLO DR. REDDY’S, PANTOPRAZOLO EG, PANTOPRAZOLO FIDIA, PANTOPRAZOLO GERMED, PANTOPRAZOLO MYLAN GENERICS, PANTOPRAZOLO MYLAN GENERICS, PANTOPRAZOLO PENSA, PANTOPRAZOLO RANBAXY, PANTOPRAZOLO RATIOPHARM, PANTOPRAZOLO SANDOZ, PANTOPRAZOLO TEVA, PANTOPRAZOLO ZENTIVA Disponibilità: solo su prescrizione Catgoria di Gravidanza: B, nessun rischio per l’uomo

Che cosa è pantoprazolo?

Pantoprazolo (Protonix) è in un gruppo di farmaci chiamati inibitori della pompa protonica. Si riduce la quantità di acido prodotto nello stomaco.

Pantoprazolo è usato nel trattamento dell ‘esofagite erosiva (danni all’esofago causati dai succhi gastrici) e di altre condizioni che comportano l’eccesso di acido gastrico, quali la sindrome di Zollinger-Ellison.

Pantoprazolo non è per il sollievo immediato dei sintomi bruciore di stomaco.

Pantoprazolo può essere usato anche per scopi non elencati in questo farmaco guida.

Informazioni importanti su pantoprazolo

Non si deve usare questo farmaco, se siete allergici a pantoprazolo o to qualsiasi altro medicinale del gruppo benzimidazole come albendazolo (Albenza), o mebendazolo (Vermox).

Pantoprazolo non è per il sollievo immediato dei sintomi bruciore di stomaco.

Bruciore di stomaco è spesso confuso con i primi sintomi di un attacco di cuore. Rivolgersi al medico di emergenza se si dispone di dolore toracico o sensazione di pesantezza, mal di diffusione al braccio o alla spalla, nausea, sudorazione, e una sensazione di malessere generale.

Assumere pantoprazolo per la lunghezza di tempo stabilito. I suoi sintomi possono migliorare prima che la condizione è completamente trattata.

Pantoprazolo non deve essere assunto insieme ad atazanavir (Reyataz), o nelfinavir (Viracept). Informi il medico se sta assumendo uno di questi farmaci per trattare l’HIV o l’AIDS.

Alcune condizioni devono essere trattati a lungo termine con pantoprazolo. L’uso cronico ha causato il cancro allo stomaco negli studi su animali, ma non è noto se questo farmaco avrebbe gli stessi effetti sugli esseri umani. Parlate con il vostro medico circa il rischio specifico di sviluppare il cancro allo stomaco.

Trattamento a lungo termine con pantoprazolo può anche rendere più difficile per il vostro corpo di assorbire la vitamina B-12, con una conseguente carenza di questa vitamina. Parlate con il vostro medico se avete bisogno di trattamento a lungo termine pantoprazolo e di dubbi sulla vitamina B-12 carenza.

Prima di prendere pantoprazolo

Non deve assumere questo farmaco, se siete allergici a pantoprazolo o to qualsiasi altro medicinale del gruppo benzimidazole come albendazolo (Albenza), o mebendazolo (Vermox).

Bruciore di stomaco è spesso confuso con i primi sintomi di un attacco di cuore. Rivolgersi al medico di emergenza se si dispone di dolore toracico o sensazione di pesantezza, mal di diffusione al braccio o alla spalla, nausea, sudorazione, e una sensazione di malessere generale.

Per assicurarsi che si può tranquillamente prendere pantoprazolo, informi il medico se si bassi livelli di magnesio nel sangue.

Alcune condizioni devono essere trattati a lungo termine con pantoprazolo. L’uso cronico di questo farmaco ha causato il cancro allo stomaco negli studi su animali, ma non è noto se questo farmaco avrebbe gli stessi effetti sugli esseri umani. Parlate con il vostro medico circa il rischio specifico di sviluppare il cancro allo stomaco.

Assunzione di un inibitore della pompa protonica come pantoprazolo può aumentare il rischio di frattura ossea in, hip polso, o della colonna vertebrale. Questo effetto si è verificato soprattutto in persone che hanno preso il farmaco a lungo termine o ad alte dosi, e in quelli che sono 50 anni e più anziani. Non è chiaro se pantoprazolo è la vera causa di un aumentato rischio di frattura. Prima di prendere questo farmaco, informi il medico se si dispone di osteoporosi o osteopenia (bassa densità minerale ossea).

Trattamento a lungo termine con pantoprazolo può anche rendere più difficile per il vostro corpo di assorbire la vitamina B-12, con una conseguente carenza di questa vitamina. I sintomi di un B-12 carenza di vitamina può svilupparsi lentamente e includere pallore della pelle, debolezza, sensazione di stanchezza, mancanza di respiro, e una frequenza cardiaca veloce. Parlate con il vostro medico se avete bisogno di trattamento a lungo termine pantoprazolo e di dubbi sulla vitamina B-12 carenza.

FDA gravidanza categoria B. Questo farmaco non dovrebbe essere dannoso per il feto. Informi il medico se è incinta o sta pianificando una gravidanza durante il trattamento.

Pantoprazolo può passare nel latte materno e può danneggiare un bambino di cura. Non usare questo farmaco senza dirlo al medico se sta allattando un bambino.

Pantoprazolo gravidanza Avvertenze

Pantoprazolo è stato assegnato a gravidanza categoria B da parte della FDA. I dati sugli animali non sono riusciti a produrre segni di danni al feto dopo il ratto e nel coniglio sono state somministrate dosi 88 e 40 volte la dose raccomandata nell’uomo (basata sulla superficie corporea), rispettivamente. Non vi sono dati provenienti da studi umani controllati. Pantoprazolo deve essere usato durante la gravidanza, quando il bisogno è stato chiaramente stabilito.

Pantoprazolo allattamento Avvertenze

Non vi sono dati sull’escrezione di pantoprazolo nel latte umano. Pantoprazolo ed i suoi metaboliti sono escreti nel latte di ratti. Il produttore raccomanda che, a causa del rischio di gravi reazioni avverse nei lattanti, è necessario decidere di interrompere l’allattamento o sospendere il farmaco, tenendo conto dell’importanza del farmaco per la madre.

Come devo prendere pantoprazolo?

Prendere pantoprazolo esattamente come prescritto dal medico. Non assumere in quantità maggiore o minore o più a lungo di quanto raccomandato. Seguire le indicazioni sulla vostra etichetta di prescrizione.

Compresse di pantoprazolo può essere assunto con o senza cibo. Pantoprazolo granulato orale deve essere assunto 30 minuti prima dei pasti.

Non schiacciare, masticare, o rompere la compressa. Deglutire intera. Il rivestimento enterico pillola ha uno speciale rivestimento per proteggere lo stomaco. Ultime la pillola potrebbe danneggiare il rivestimento.

I granuli pantoprazolo per via orale deve essere miscelato solo con salsa di mele o succo di mela per rendere facile la deglutizione. Non usare nessun altro tipo di alimento liquido o morbido. Cospargere i granuli direttamente su un cucchiaino di salsa di mele e ingoiare questa miscela immediatamente senza masticare. Oppure versare i granuli in una tazza con 1 cucchiaino di succo di mela, mescolate per 5 secondi e inghiottire subito. Per essere sicuri di ottenere l’intera dose, aggiungere il succo di mela un po ‘di più per lo stesso bicchiere, agitare delicatamente e bere subito. Non salvare la miscela di granuli per un uso successivo.

Per dare granuli pantoprazolo attraverso un sondino naso-gastrico (NG) tubo di alimentazione:

  • Collegare un 60 ml siringa al tubo NG e rimuovere il pistone. Tenere la siringa sufficientemente alta per evitare eventuali pieghe nel tubo.
  • Cospargere i granuli nel cilindro della siringa e miscelare in 2 cucchiaini di succo di mela. Battere delicatamente o agitare la siringa come si svuota nel tubo.
  • Aggiungi altri 2 cucchiaini di succo di mela alla siringa per lavare i granuli attraverso e per assicurarsi che la dose di pantoprazolo intero è dato. Toccare o agitare la siringa come i vuoti di succo nel tubo.
  • Ripetere il risciacquo con 2 cucchiaini di succo di mela, almeno altre due volte, scuotendo leggermente la siringa come si getta nel tubo. Assicurarsi che non vi siano granuli che rimangono nella siringa o tubo NG.

Questo farmaco può causare di avere un falso positivo droga-test di screening. Se si fornisce un campione di urina per droga screening, dire il personale del laboratorio che sta prendendo pantoprazolo.

Assumere pantoprazolo per la lunghezza di tempo stabilito. I suoi sintomi possono migliorare prima che la condizione è completamente trattata.

Chiamate il vostro medico se i sintomi non dovessero migliorare o se peggiorano durante l’assunzione di questo farmaco.

Pantoprazolo Conservare a temperatura ambiente lontano da umidità e calore.

Pantoprazolo effetti collaterali

Ottenere assistenza medica di emergenza se si dispone di uno qualsiasi di questi segni di una reazione allergica a pantoprazolo: orticaria, difficoltà respiratorie, gonfiore del viso, delle labbra, della lingua o della gola.

Smettere di usare pantoprazolo e chiamare subito il medico se si hanno sintomi di magnesio basso, ad esempio:

  • frequenza cardiaca veloce o irregolare;
  • movimenti a scatto muscolari;
  • sensazione di nervosismo;
  • diarrea acquosa o che è sanguinoso;
  • crampi muscolari, debolezza muscolare o sensazione di zoppicare;
  • tosse o soffocamento sensazione, o
  • mal di testa, difficoltà di concentrazione, problemi di memoria, debolezza, perdita di appetito, sensazione di instabilità, confusione, allucinazioni, svenimenti, attacchi epilettici o respirazione superficiale.

Meno gravi effetti collaterali pantoprazolo sono più probabilità di verificarsi, ad esempio:

  • variazioni di peso;
  • nausea, vomito, diarrea lieve;
  • gas, mal di stomaco;
  • vertigini, sonnolenza, sensazione di stanchezza;
  • dolori articolari, o
  • problemi di sonno (insonnia).

Questa non è una lista completa degli effetti collaterali e gli altri si possono verificare. Chiamate il vostro medico per un consiglio medico circa gli effetti collaterali.

Effetti collaterali nel dettaglio

Alcuni effetti collaterali di pantoprazolo non possono essere segnalati. Consultare sempre il proprio medico o uno specialista sanitario per un consiglio medico. È inoltre possibile segnalare gli effetti collaterali a FDA.

Per il consumatore

Si applica a pantoprazolo: per il rilascio ritardato sospensione orale, compresse rilascio ritardato per via orale, compresse orali a rilascio ritardato, granuli orale rivestimento enterico

Ottenere assistenza medica di emergenza se si dispone di uno qualsiasi di questi segni di una reazione allergica durante il trattamento con pantoprazolo: orticaria, difficoltà respiratorie, gonfiore del viso, delle labbra, della lingua o della gola.

Smettere di usare pantoprazolo e chiamare subito il medico se si hanno sintomi di magnesio basso, ad esempio:

  • frequenza cardiaca veloce o irregolare;
  • movimenti a scatto muscolari;
  • sensazione di nervosismo;
  • diarrea acquosa o che è sanguinoso;
  • crampi muscolari, debolezza muscolare o sensazione di zoppicare;
  • tosse o soffocamento sensazione, o
  • mal di testa, difficoltà di concentrazione, problemi di memoria, debolezza, perdita di appetito, sensazione di instabilità, confusione, allucinazioni, svenimenti, attacchi epilettici o respirazione superficiale.

Meno gravi effetti collaterali sono più probabilità di verificarsi, come ad esempio:

  • variazioni di peso;
  • nausea, vomito, diarrea lieve;
  • gas, mal di stomaco;
  • vertigini, sonnolenza, sensazione di stanchezza;
  • dolori articolari, o
  • problemi di sonno (insonnia).

Questa non è una lista completa degli effetti collaterali e gli altri si possono verificare. Chiamate il vostro medico per un consiglio medico circa gli effetti collaterali.

Per gli operatori sanitari

Si applica a pantoprazolo: polvere per iniezione endovenosa, orale compressa a rilascio ritardato, granuli orale rivestimento enterico

Generale

In generale, il pantoprazolo è stato molto ben tollerato. Al momento della sua approvazione da parte della FDA, pantoprazolo era stato testato in più di 11.100 pazienti in studi clinici che hanno coinvolto vari dosaggi e la durata del trattamento. In 2 studi clinici controllati in cui sono state somministrate dosi giornaliere fino a 40 mg per un massimo di 8 settimane, non ci sono stati correlati alla dose effetti collaterali negativi associati con l’uso di questo farmaco.

Gastrointestinale

Effetti collaterali gastrointestinali può essere dovuta a malattie di base tra i pazienti trattati. In studi controllati con placebo, l’uso del pantoprazolo è stato associato con il seguente (incidenza rispetto al placebo): diarrea (4% vs 1%), flatulenza (2% vs 2%), dolore addominale (1% vs 2 %), e eruttazione (eruttazione) (1% vs 1%). Rari casi di pancreatite sono stati descritti in segnalazioni post-marketing.

Inoltre, i seguenti problemi gastrointestinali sono stati riportati fino al 1% dei pazienti (relazione causale non è chiaro): costipazione, dispepsia, gastroenterite, nausea, vomito, anoressia, stomatite aftosa, cardiospasmo, colite, secchezza delle fauci, duodenite, disfagia, emorragia esofagea, esofagite, carcinoma gastrointestinale, emorragia gastrointestinale, candidosi gastrointestinale, gengivite, glossite, alitosi, ematemesi, aumento dell’appetito, aumento della salivazione, melena, ulcerazioni del cavo orale, candidosi orale, ascesso parodontale, parodontite, emorragia rettale, ulcera allo stomaco, scolorimento della lingua, feci anormali, ernia, e colite ulcerosa.

Del sistema nervoso

Effetti collaterali del sistema nervoso hanno incluso mal di testa nel 6% e l’insonnia in meno dell’1% dei pazienti (rispetto al 6% e il 2% dei pazienti trattati con placebo, rispettivamente) in studi controllati. Meno comuni del sistema nervoso effetti indesiderati che si sono verificati in circa l’1% dei pazienti e in cui vi è una chiara associazione causale includono astenia, dolore, emicrania, ansia, vertigini, sogni anomali, confusione, convulsioni, depressione, disartria, labilità emotiva, allucinazioni, ipercinesia, iperestesia, diminuzione della libido, nervosismo, nevralgie, neuriti, parestesie, diminuzione dei riflessi, malessere, affaticamento, disturbi del sonno, sonnolenza, alterazioni del pensiero, tremore, vertigini, disturbi del linguaggio, sordità, dolore alle orecchie, alterazione del gusto, ipocinesia, o tinnito.

Muscoloscheletrico

Muscoloscheletrico effetti collaterali dolori sono stati riportati in circa l’1% dei pazienti. Tali denunce hanno spaziato dal mal di schiena, dolore al collo, dolore toracico, artralgie, artrite, artrosi, malattie delle ossa, dolore osseo, borsite, disturbi articolari, crampi alle gambe, rigidità del collo, mialgie e tenosinovite. Rabdomiolisi e ipocinesia sono stati descritti in segnalazioni post-marketing. Un aumentato rischio di fratture dell’anca e ossa sono state riportate in un recente studio di coorte, con informazioni sui pazienti nel Regno Unito (1987 al 2003). Il rischio di frattura dell’anca è risultato significativamente aumentato tra i pazienti prescritti a lungo termine inibitori della pompa protonica ad alte dosi.

Ipersensibilità

Effetti collaterali di ipersensibilità sono stati rari. Reazioni allergiche, di solito si manifestano come una eruzione cutanea, sono apparse in meno dell’1% dei pazienti. Altri possibili segni di allergia hanno incluso edema facciale e generalizzata. Rari casi di anafilassi, angioedema e gravi reazioni dermatologiche (sindrome di Stevens-Johnson, necrolisi epidermica tossica – alcuni fatali – ed eritema multiforme) sono state descritte in segnalazioni post-marketing.

Cardiovascolare

Effetti collaterali cardiovascolari sono stati riportati in meno dell’1% dei pazienti. Una relazione causale non è chiaro. Questi effetti indesiderati hanno incluso l’angina pectoris, aritmie, insufficienza cardiaca congestizia, alterazioni ECG, iper-o ipotensione, ischemia del miocardio, palpitazioni, disturbi vascolari della retina, sincope, tachicardia, tromboflebite, trombosi, vasodilatazione, disidratazione ed edema periferico.

Endocrino

Effetti collaterali endocrini hanno incluso l’iperglicemia nel 1% dei pazienti (vs 0% tra i pazienti trattati con placebo) glicosuria, gozzo, aumento della sete, e cambiamenti del peso. Ipercolesterolemia o iperuricemia è verificata in meno dell’1% dei pazienti.

Epatico

In 2 studi controllati degli Stati Uniti, 0,4% dei pazienti che assumevano dosi giornaliere di 40 mg esperti SGPT elevazioni superiori a 3 volte il limite superiore del valore normale alla visita trattamento finale. Tranne in quei pazienti in cui vi era una spiegazione chiara alternativa per un cambiamento di laboratorio, come ad esempio una malattia concomitante, le elevazioni tendono a essere lievi e sporadici.

Effetti collaterali epatici sono stati riportati in meno dell’1% dei pazienti. Una relazione causale non è chiaro. Questi effetti indesiderati hanno incluso dolore biliare, iperbilirubinemia, colecistite, colelitiasi, epatite colestatica, elevate concentrazioni sieriche degli enzimi epatici transaminasi, e danno epatocellulare che conduce a ittero e insufficienza epatica.

Ematologici

Effetti collaterali ematologici sono stati riportati raramente (meno di 1% dei pazienti), e di una relazione causale non è stata stabilita. Questi effetti indesiderati hanno incluso anemia, ecchimosi, eosinofilia, anemia ipocromica, anemia da carenza di ferro, leucocitosi, leucopenia, iponatriemia, e trombocitopenia.

Metabolica

FDA mette in guardia che la prescrizione di inibitori della pompa protonica (PPI), farmaci possono causare bassi livelli di magnesio nel siero (ipomagnesiemia) se assunti per lunghi periodi di tempo (nella maggior parte dei casi, più di un anno). I pazienti che sviluppano l’ipomagnesiemia possono verificarsi convulsioni, vertigini, battito cardiaco anormale o veloce, o saltati battito cardiaco, nervosismo, spasmi o movimenti tremori, debolezza muscolare, spasmi delle mani e dei piedi, crampi o dolori muscolari e spasmi della laringe. Iposodiemia è stata riportata anche.

Respiratorio

Effetti collaterali delle vie respiratorie sono stati riportati in meno dell’1% dei pazienti, e hanno incluso l’asma, epistassi, singhiozzo, laringite, disturbi polmonari, polmonite, e le alterazioni vocali. Una relazione causale non è stata stabilita.

Dermatologica

Effetti indesiderati dermatologici hanno incluso l’acne, alopecia, dermatite da contatto, pelle secca, eczema, dermatiti fungine, emorragie, herpes simplex o zoster, dermatite lichenoide, rash maculopapulare, dolore, prurito, ulcera cutanea, sudorazione, o orticaria in circa l’1% o meno dei pazienti. Rari casi di anafilassi, angioedema e gravi reazioni dermatologiche (sindrome di Stevens-Johnson, necrolisi epidermica tossica – alcuni fatali – ed eritema multiforme) sono state descritte in segnalazioni post-marketing.

Oculare

Effetti collaterali oculari sono verificati in meno dell’1% dei pazienti. I sintomi hanno incluso ambliopia, disturbi della visione, cataratta, diplopia, paralisi extraoculari, e glaucoma. Rari casi di visione offuscata e neuropatia ottica ischemica anteriore sono stati descritti nei rapporti post-marketing.

Genito-urinario

Effetti collaterali genito-urinario sono stati riportati in meno dell’1% dei pazienti durante la terapia e hanno incluso albuminuria, balanite, cistite, dismenorrea, disuria, epididimite, ematuria, impotenza, nicturia, disturbi della prostata, pielonefrite, edema scrotale, dolore uretrale, uretrite, urinario disturbi del tratto, minzione ridotta, e vaginite.

Renale

Nefrite interstiziale acuta è stata riportata in un 77-year-old donna dopo il trattamento con pantoprazolo 40 mg per via orale al giorno. Ha smesso di prendere pantoprazolo 5 settimane dopo l’inizio della terapia a causa di malessere generale. I suoi sintomi al momento del ricovero in ospedale comprendono: elevati valori di creatinina sierica, oliguria per le 24 ore precedenti, artralgia, affaticamento, febbre, e dolore al fianco bilaterale. Il giorno 4 del ricovero in ospedale dopo riprendere il trattamento con pantoprazolo, la creatinina sierica aumentata a 6,1 mg / dL. Pantoprazolo terapia è stata interrotta e prednisone 40 mg al giorno è stato avviato. Il livello di creatinina sierica gradualmente diminuita nel corso di 2 settimane.

Effetti indesiderati renali hanno incluso calcoli renali, dolore ai reni, nefrite interstiziale acuta, e pielonefrite. Aumento della creatinina sierica sono verificati in meno dell’1% dei pazienti.

Altro

Altri effetti collaterali hanno incluso i cambiamenti dei parametri di laboratorio tra cui aumento della creatinina, ipercolesterolemia e iperuricemia.

Quali altri farmaci possono incidere pantoprazolo?

Pantoprazolo non deve essere assunto insieme ad atazanavir (Reyataz), o nelfinavir (Viracept). Informi il medico se sta assumendo uno di questi farmaci per trattare l’HIV o l’AIDS.

Informi il medico di tutti gli altri farmaci in uso, in particolare:

  • ampicillina (Principen, Unasyn);
  • un anticoagulante come il warfarin (Coumadin, Jantoven);
  • digossina (Lanoxin, Lanoxicaps);
  • un diuretico (acqua pillola);
  • ketoconazolo (Nizoral);
  • ferro (Feosol, Mol-Ferro, Fergon, Femiron, altri), o
  • metotressato (Rheumatrex, Trexall).

Questo elenco non è completo e altri farmaci possono interagire con pantoprazolo. Informi il medico su tutti i farmaci in uso. Ciò include prescrizione, prodotti over-the-counter, vitamine, e di erbe. Non iniziare un nuovo farmaco senza dirlo al medico.