Levofloxacina Marca: Levaquin, Agilev, Alvand, Aranda, Batacin, Batiflox, Epifloxin, Ipsoneg, Klektica, Lemaxil, Levofloxacina Actavis, Levoxacin, Levoxigram, Oftaquix, Prixar, Refrain, Sineflox, Summaflox, Tavanic, Trissil

Levofloxacina (Levaquin, Agilev, Alvand): effetti collaterali, controindicazioni, posologia, dosaggio, indicazioni, dosi ed interazioni

Nome Generico: Levofloxacina Marca: Levaquin, Agilev, Alvand, Aranda, Batacin, Batiflox, Epifloxin, Ipsoneg, Klektica, Lemaxil, Levofloxacina Actavis, Levoxacin, Levoxigram, Oftaquix, Prixar, Refrain, Sineflox, Summaflox, Tavanic, Trissil Disponibilità: solo su prescrizione medica Categoria gravidanza: C Il rischio non può essere escluso

Levofloxacina è associata ad un aumento del rischio di problemi ai tendini. Questi includono dolore, gonfiore, infiammazione ed eventuale rottura dei tendini. Il rischio dei problemi al tendine è maggiore nei pazienti che hanno superato i 60 anni, nei pazienti che assumono corticosteroidi (ad esempio, prednisone), e in quelli che hanno ricevuto trapianti di rene, cuore o trapianti del polmone. Il tendine di Achille nella parte posteriore del piede / caviglia è colpito più sovente. Tuttavia, i problemi possono verificarsi anche in altri tendini (ad esempio, nel, braccio, spalla o mano).  Alcuni problemi possono verificarsi mentre si prende la levofloxacina o diversi mesi dopo la sua interruzione.

I sintomi dei problemi al tendine possono includere dolore,rossore o gonfiore di un tendine; lividi o percepire l’incapacità di muoversi o sopportare peso su un’area vicina al tendine. Informare il medico immediatamente se si verifica uno di questi sintomi, mentre si prende la levofloxacina o entro alcuni mesi dopo aver smesso di prenderla.

Levofloxacina può peggiorare la debolezza muscolare e causare problemi respiratori nei pazienti con miastenia grave. Non prendete la levofloxacina se avete una storia di miastenia grave.

Levofloxacina è utilizzata per:

Trattamento delle infezioni causate dai batteri. Viene anche usata per prevenire o trattare l’antrace o la peste in alcuni pazienti.

Levofloxacina è un antibiotico chinolonico. Uccide i batteri sensibili.

NON utilizzare la levofloxacina se:

  • siete allergici ad un ingrediente della levofloxacina o a qualsiasi altro antibiotico chinolonici (ad esempio, ciprofloxacina)
  • si dispone di un certo tipo di battito cardiaco irregolare (prolungamento dell’intervallo QT, sindrome del QT lungo) o bassi livelli di potassio nel sangue
  • avete una storia di miastenia grave
  • state assumendo alcuni antiaritmici (per esempio, amiodarone, procainamide, chinidina, sotalolo), asenapina, cisapride, nilotinib o tetrabenazina

Rivolgersi al proprio medico se uno di questi punti si applicano a voi.

Levofloxacina: avvertenze per la gravidanza

Levofloxacina è stata assegnata alla categoria di gravidanza C da parte della FDA. Gli studi sugli animali non hanno rivelato alcuna evidenza di teratogenicità con dosi elevate, tuttavia, la fetotossicità è stata segnalata. Non ci sono dati controllati sulle gravidanze umane. Danni della cartilagine e artropatie sono riportate in animali che danno luogo a preoccupazioni per gli effetti sulla formazione ossea nel feto in via di sviluppo. Dato che esistono alternative più sicure, alcuni esperti ritengono i fluorochinoloni controindicati durante la gravidanza, soprattutto durante il primo trimestre.  La Levofloxacina deve essere somministrata solo durante la gravidanza, quando i benefici superano i rischi.

Dei 549 casi segnalati dalla rete europea dei servizi di informazione teratologia che comportano l’esposizione ad altri fluorochinoloni, le malformazioni congenite sono state riportate nel 4,8%, dei casi.

Levofloxacina: avvertenze per l’allattamento

Non vi sono dati relativi alla secrezione di levofloxacina nel latte umano. Levofloxacina è la L-isomero dell’ofloxacina, che viene escreta nel latte umano. Chinoloni induce l’erosione della cartilagine e le artropatie che sono state osservate negli animali giovani creano qualche preoccupazione per i suoi possibili effetti tossici sui giunti in via di sviluppo dei bambini allattati al seno. A causa del rischio di gravi effetti collaterali nei lattanti, è necessario decidere se interrompere l’allattamento o interrompere la somministrazione della levofloxacina, tenendo in considerazione l’importanza del farmaco per la madre.

Prima di utilizzare la Levofloxacina:

Alcune condizioni mediche possono interagire con la levofloxacina. Dite al vostro medico se avete qualunque condizioni mediche, soprattutto se una delle seguenti si applica a voi:

  • se siete incinta, state pianificando una gravidanza o l’allattamento al seno
  • se state assumendo qualsiasi prescrizione o medicina senza ricetta medica, preparazione a base di erbe, supplemento dietetico
  • Se avete allergie alle medicine, alimenti o ad altre sostanze
  • se avete una storia di diarrea grave o persistente, sensibilità della pelle al sole, o glicemia alta, poco zucchero nel sangue, bassi livelli di potassio nel sangue, dolore toracico, angina, problemi cardiaci (ad esempio, ingrossamento del cuore, insufficienza cardiaca), una attacco di cuore, battito cardiaco irregolare, o se avete un componente della famiglia che ha una storia di battito cardiaco irregolare (ad esempio, prolungamento del QT)
  • se si dispone di una infezione allo stomaco, al cervello o problemi al sistema nervoso, miastenia grave, aumento della pressione nel cervello,  problemi dei vasi sanguigni, o una storia di convulsioni
  • se avete una storia di problemi alle ossa, problemi articolari, o ai tendini; artrite reumatoide, problemi al fegato, problemi ai reni o ridotta funzionalità renale, miastenia grave, problemi nervosi, o avete avuto un trapianto di cuore, rene o trapianto polmonare
  • se si partecipa a un estenuante lavoro o esercizio fisico
  • se assumete farmaci che possono aumentare il rischio delle convulsioni. Verificare con il proprio medico o con il farmacista se non siete sicuri se uno dei vostri farmaci può aumentare il rischio delle convulsioni

Alcuni medicinali possono interagire con la levofloxacina. Avvisate il vostro medico se state assumendo altri farmaci, in particolare uno dei seguenti:

  • Antiaritmici (per esempio, amiodarone, dofetilide, procainamide, chinidina, sotalolo), arsenico, asenapina, bepridil, clorochina, cisapride, citalopram, clozapina, crizotinib, dolasetron, droperidolo, alofantrina, aloperidolo, iloperidone, imidazoli (ad esempio, fluconazolo, ketoconazolo), macrolidi (ad esempio, eritromicina), maprotilina, metadone, nilotinib, ondansetron, paliperidone, pentamidina, fenotiazine (ad esempio, clorpromazina), pimozide, quetiapina, romidepsin, tacrolimus, telitromicina, tetrabenazina, toremifene, antidepressivi triciclici (ad esempio, nortriptilina), tirosina chinasi inibitori (ad esempio, sunitinib), Vandetanib, o ziprasidone perché il rischio di problemi cardiaci gravi, tra cui il battito cardiaco irregolare, può aumentare
  • Insulina o farmaci per il diabete (ad esempio, gliburide) perché il rischio di squilibrare i livelli della glicemia può aumentare
  • I corticosteroidi (ad esempio, prednisone) perché il rischio di problemi al tendine può aumentare
  • Anticoagulanti (ad esempio, warfarin) perché il rischio di sanguinamento può aumentare
  • Farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) (per esempio, ibuprofene) o teofillina, perché il rischio di gravi effetti collaterali, tra cui convulsioni, può aumentare

Questo non può essere un elenco completo di tutte le interazioni che possono verificarsi.Chiedete al vostro medico se la levofloxacina può interagire con i farmaci che si stanno assumendo. Controllate con il vostro medico prima di iniziare, interrompere o modificare il dosaggio di qualsiasi medicinale.

Come utilizzare la Levofloxacina:

Utilizzare la levofloxacina come indicato dal vostro medico. Controllare l’etichetta sul medicinale per le esatte istruzioni per il dosaggio.

  • Levofloxacina viene fornita con una scheda extra di informazioni per il paziente chiamata guida del medicinale. Leggere con attenzione. 
  • Bevete molti liquidi mentre state assumendo la levofloxacina. 
  • Levofloxacina è di solito somministrata per iniezione presso l’ufficio del medico, ospedale o clinica. Se si prevede di utilizzare la levofloxacina a casa, un medico vi potrà insegnare come usarla. Assicuratevi di capire come utilizzare la levofloxacina. Seguite le procedure che vi vengono insegnate quando si utilizza una dose. Rivolgersi al proprio medico se avete domande.
  • Non utilizzare la levofloxacina se contiene particelle, è torbida o scolorita, o se il flaconcino è rotto o danneggiato.
  • Tenere i prodotti, oltre a siringhe e aghi, fuori dalla portata dei bambini e degli animali domestici.Non riutilizzare gli aghi, siringhe o altri materiali. Chiedete al vostro medico come smaltire questi materiali dopo l’uso. Seguire tutte le norme locali per lo smaltimento.
  • Levofloxacina migliora i suoi effetti se viene utilizzata alla stessa ora ogni giorno.
  • Per guarire completamente l’infezione, utilizzare la levofloxacina per l’intero corso del trattamento. Continuare ad usarla, anche se vi sentite meglio in pochi giorni.
  • Da non perdere le dosi di levofloxacina. Se si dimentica una dose di levofloxacina, prendetela non appena ve ne ricordate. Se è quasi ora per la dose successiva, saltate la dose e tornate al normale orario di dosaggio. Non utilizzare 2 dosi in una sola volta o più di 1 dose in 1 giorno.

Chiedete al vostro medico tutte le domande che potreste avere su come utilizzare la levofloxacina.

Importanti informazioni di sicurezza:

  • Levofloxacina può causare capogiri o sensazione di testa vuota. Questi effetti possono peggiorare se si prende il farmaco con l’alcol o con  alcuni farmaci. Utilizzare la levofloxacina con cautela. Non guidare o svolgere altre attività eventualmente pericolose finché non si sa come il farmaco reagisce.
  • Lieve diarrea è comune con l’uso di antibiotici. Tuttavia, una forma più grave di diarrea (colite pseudomembranosa) può verificarsi raramente. Questa si può sviluppare quando si utilizza l’antibiotico o entro alcuni mesi dopo aver smesso di usarlo. Contattare immediatamente il medico se il dolore allo stomaco o crampi, diarrea grave, o feci sanguinolente si verificano. Non trattare la diarrea senza prima essersi consultati con il medico.
  • Levofloxacin funziona solo contro i batteri, ma non tratta le infezioni virali (ad esempio, il comune raffreddore).
  • Assicurarsi di utilizzare la levofloxacina per l’intero corso del trattamento. In caso contrario, la medicina non può guarire completamente l’infezione. I batteri potrebbero inoltre diventare meno sensibili a questo o ad altri farmaci. Ciò potrebbe rendere l’infezione più difficile da trattare in futuro.
  • L’uso a lungo termine o ripetuto della levofloxacina può causare una seconda infezione. Informate il medico se i segni di una seconda infezione si verificano. Il farmaco può avere bisogno di essere modificato per trattare le nuove infezioni.
  • Informate il medico immediatamente se si verifica dolore, gonfiore o debolezza di un tendine o ne perdete l’utilizzo. Mantenere tale zona in riposo ed evitare l’esercizio fisico fino a ulteriori istruzioni del proprio medico.
  • Levofloxacina può causare un abbronzatura della pelle. Evitare lampade solari o cabine abbronzanti, e cercare di limitare il tempo di contatto con il sole. Utilizzare una crema solare o indossare indumenti protettivi se si deve stare all’aperto per più di un breve periodo di tempo.
  • Non ricevere vaccini (ad esempio, il tifo), mentre state assumendo la levofloxacina.Parlate con il vostro medico prima di ricevere qualsiasi vaccino.
  • I pazienti diabetici possono avere i livelli di zucchero nel sangue alteratiChiedete al vostro medico prima di modificare la dose della medicina per il diabete.
  • Levofloxacina può interferire con alcuni test di laboratorio. Assicuratevi che il vostro medico e del personale di laboratorio sappiano che state utilizzando la levofloxacina.
  • Le prove di laboratorio, tra cui la funzionalità epatica e renale ed emocromo, possono essere effettuate durante l’utilizzo della levofloxacina. Questi test possono essere utilizzati per monitorare la vostra condizione o per il controllo degli effetti collaterali. Essere sicuri di mantenere tutti gli appuntamenti medici è raccomandato.
  • Utilizzare la levofloxacina con cautela nei pazienti anziani poichè possono essere più sensibili ai suoi effetti, in particolare ai problemi tendinei, al battito cardiaco irregolare, e ai problemi dil fegato.
  • Levofloxacina deve essere usato con estrema cautela nei bambini di età inferiore ai 18 anni, poichè possono essere più sensibili ai suoi effetti, in particolare ai problemi articolari e tendinei.
  • Gravidanza e allattamento: Se rimanate incinta, contattare il medico. Avrete bisogno di discutere dei vantaggi e dei rischi della levofloxacina durante la gravidanza. Levofloxacina si trova nel latte materno. Non allattare al seno durante l’utilizzo della levofloxacina.

Possibili effetti collaterali della Levofloxacina:

Tutti i farmaci possono causare effetti indesiderati, ma molte persone non ne presentano o hanno minori effetti collaterali. Verificare con il proprio medico se uno qualsiasi di questi effetti indesiderati più comuni persistono o diventano fastidiosi:

Costipazione, diarrea, capogiri, gas, cefalea, nausea, disturbi del sonno.

Rivolgersi ad un medico immediatamente se uno qualsiasi di questi effetti indesiderati gravi si verificano:

Gravi reazioni allergiche (rash, orticaria, prurito, difficoltà a respirare o a deglutire, senso di oppressione al petto o alla gola, gonfiore della bocca, del viso, delle labbra o della lingua; raucedine inusuale), sangue catramoso, dolore toracico,  minzione dolorosa o minore , svenimenti, battito cardiaco accelerato o irregolare, febbre, brividi, persistente mal di gola, tosse, allucinazioni, incapacità di muoversi o di sopportare il peso su un’area vicino ai tendini; scottature moderate o gravi, cambiamenti di umore o mentali, dolore o debolezza muscolare, incubi, dolore, rossore, gonfiore, debolezza, ecchimosi, vesciche o peeling, convulsioni, diarrea grave o persistente, capogiri gravi o persistenti, sensazione di testa vuota, mal di testa, stanchezza o debolezza, mal di stomaco grave o persistente, crampi, mancanza di respiro o di problemi di respirazione, pensieri suicidi ; sintomi legati alla presenza di alti livelli di zucchero nel sangue (ad esempio, vertigini, svenimenti, respirazione veloce, vampate di calore, aumento della sete, della fame, o della minzione, aumento della sudorazione, cambiamenti della visione), i sintomi di problemi al fegato (ad esempio, urine scure, perdita di appetito, feci pallide, mal di stomaco, nausea o vomito insolito, ingiallimento della pelle o degli occhi); sintomi di problemi nervosi (ad esempio, cambiamenti nella percezione di caldo o freddo, diminuzione della sensibilità del tatto; insolito bruciore, intorpidimento, formicolio, dolore o debolezza delle braccia , mani, gambe e piedi), tremori, insolita formazione di ecchimosi o sanguinamento, perdite vaginali, irritazione, cambiamenti della visione (ad esempio, visione offuscata), respiro affannoso.

Questo non è un elenco completo degli effetti indesiderati che possono verificarsi. Se avete domande circa gli effetti collaterali, contattare il medico. Chiamate il vostro medico per un consiglio circa gli effetti collaterali.

Effetti collaterali nel dettaglio

Per il consumatore

Si applica alla levofloxacina: soluzione orale, compresse per via orale

Ottenere assistenza medica di emergenza se si dispone di uno qualsiasi di questi ssintomi dovuti ad una reazione allergica durante il trattamento con la levofloxacina: orticaria, difficoltà respiratorie, gonfiore del viso, delle labbra, della lingua o della gola.

Smettere di usare la levofloxacina e chiamare subito il medico se si ha un grave effetto collaterale, come:

  • dolore al petto e forti capogiri, svenimenti, battito cardiaco veloce o martellante;
  • dolore improvviso, ecchimosi, gonfiore, tenerezza, rigidità, o perdita di movimento in una delle articolazioni;
  • diarrea acquosa o sanguinosa;
  • confusione, allucinazioni, depressione, tremori, sensazione di pensieri irrequieti o ansiosi, o comportamenti insoliti, insonnia, incubi, sequestro (convulsioni);
  • forte mal di testa, ronzio nelle orecchie, nausea, problemi dellai vista, dolore dietro gli occhi;
  • pallore cutaneo, febbre, debolezza, facile ecchimosi o sanguinamento;
  • nausea, mal di stomaco superiore, prurito, perdita di appetito, urine scure, feci color argilla, ittero (ingiallimento della pelle o degli occhi);
  • urinate meno del solito;
  • intorpidimento, bruciore o sensazione di formicolio alle mani o dei piedi;
  • grave reazione cutanea – febbre, mal di gola, gonfiore della faccia o della lingua, bruciore agli occhi, dolore della pelle, seguita da una eruzione cutanea rossa o viola che si diffonde (soprattutto al viso o alla parte superiore del corpo) e provoca vesciche e desquamazioni.

Meno gravi effetti collaterali della levofloxacina possono includere:

  • lieve diarrea, costipazione, vomito;
  • problemi del sonno (insonnia);
  • leggero mal di testa o vertigini;
  • prurito vaginale o di scarico.

Questa non è una lista completa degli effetti collaterali e che si possono verificare. Chiamate il vostro medico per un consiglio circa gli effetti collaterali.

Per gli operatori sanitari

Si applica alla levofloxacina: soluzione per via endovenosa, soluzione orale, compresse per via orale

Generale

Gli effetti indesiderati più frequentemente riportati sono nausea, mal di testa, diarrea, insonnia, costipazione, e capogiro. La terapia è stata interrotta a causa di effetti avversi nel 4,3% dei pazienti complessivi (3,8% dei pazienti trattati con 250 mg e 500 mg di dosi; 5,4% trattati con dose di 750 mg). Gli effetti indesiderati più comuni che portano alla sospensione del farmaco sono stati quelli gastrointestinali (principalmente nausea, vomito), vertigini e mal di testa.

Gastrointestinale

Nel corso di uno studio, la diarrea Clostridium si è verificata in 11 dei 490 pazienti in studio (2,2%) trattati con la levofloxacina.

Comune (1% a 10%): nausea (7%), diarrea (5%), stipsi (3%), dolore addominale (2%), dispepsia (2%), vomito (2%) 
Non comuni (0,1% a 1%): Anoressia, gastroenterite, pancreatite, glossite, gastrite, esofagite, stomatite, pseudomembranosa / colite da Clostridium difficile 
Sintomi non frequenti: secchezza delle fauci, disfagia, flatulenza, emorragia gastrointestinale, edema della lingua, reflusso gastroesofageo, melena, alterazione del gusto, perforazione intestinale , ostruzione intestinale

Del sistema nervoso

Un sondaggio riporta di 33 casi di neuropatia periferica associata alla levofloxacina, che vanno da grave a lieve e reversibile da grave e persistente. In un caso, una donna di 51 anni ha sviluppato sensazioni di intorpidimento, allodinia, tendinite grave, rottura parziale del tendine , disturbi della memoria, confusione e difficoltà di concentrazione. Alcuni di questi sintomi persistettero per 1 anno.

Comune (1% a 10%): cefalea (6%), vertigini (3%) 
Non comuni (0,1% a 1%): convulsioni, ipercinesia, ipertonia, parestesia, sonnolenza, tremore, vertigini, disturbi della deambulazione, sincope 
Rari (meno dello 0,1%): sensoriale o sensomotoria polineuropatia assonale (con conseguente parestesia, disestesia, hypoesthesias, debolezza) 
Sintomi non frequenti: alterazione della coordinazione, coma, ipoestesia, contrazioni muscolari involontarie, iperestesia, paralisi, disturbi del linguaggio, stupore, encefalopatia, crampi alle gambe, atassia, emicrania, convulsioni, ipertensione intracranica 
segnalazioni post-marketing: elettroencefalogramma anormale (EEG), esacerbazione della miastenia grave, anosmia, ageusia, parosmia, disgeusia, encefalopatia (casi isolati), disfonia, pseudotumor cerebri, ipoacusia, tinnito, neuropatia periferica

Psichiatrici

Comune (1% a 10%): Insomnia (4%) 
Non comuni (0,1% a 1%): sogni anormali, agitazione, ansia, confusione, depressione, allucinazioni, incubi, disturbi del sonno 
Sintomi non frequenti: paroniria, nervosismo, reazione aggressiva , delirio, labilità emotiva, diminuzione della concentrazione, reazione maniacale, ritardo mentale, psicosi tossica, sindrome da astinenza 
segnalazioni post-marketing: psicosi, paranoia, tentativo di suicidio (casi isolati), ideazione suicidaria (casi isolati)

Dermatologici

Una donna di 78 anni, ha sviluppato la necrolisi epidermica tossica 2 giorni dopo la terapia con la levofloxacina. L’eruzione cutanea inizialmente si manifestò come un eritema, con vesciche e desquamazione della mucosa, ma progredì fino all’esfoliazione che coinvolge tre quarti della zona del corpo del paziente, tra cui lasuperficie mucosa. Un segno positivo della sindrome di Nikolsky è stato notato. Un ragazzo di 15 anni ha sviluppato una necrolisi epidermica tossica prendendo la levofloxacina per 9 giorni. L’eruzione progredì per più di 40 ore a coinvolse l’80% della sua superficie corporea con un segno positivo dela sindrome di Nikolsky e il coinvolgimento degli occhi e della mucosa orale, nasale, e perianale.

Comune (1% a 10%): Eruzione cutanea (2%), prurito (1%) 
Non comuni (0,1% a 1%): Orticaria 
Sintomi non frequenti: pelle secca, aumento della sudorazione, disturbi della pelle, esfoliazione della pelle, ulcerazioni della pelle, eritematosa rash, alopecia, rash maculopapulare, eritema nodoso, eczema 
segnalazioni post-marketing: fotosensibilità / reazione di fototossicità, eruzioni bollose (comprese la sindrome di Stevens-Johnson, necrolisi epidermica tossica, eritema multiforme), vasculite leucocitoclastica

Muscoloscheletrici

La rottura del tendine di Achille si è verificata in 4 su 489 pazienti tenuti sotto osservazione (3217 giorni di trattamento). La rabdomiolisi grave si è verificata in una donna di 77 anni dopo 6 giorni di terapia con la levofloxacina per via orale. Ha sviluppato insufficienza renale acuta (creatinina sierica 678 micromoli / L), iperkaliemia (6,8 micromoli / L), anuria, creatina chinasi elevata (30.400 unità internazionali / L), mioglobinemia (86.000 mcg / L), e citolisi epatica acuta (SGOT 555 Unità Internazionali / L, SGPT 249 unità internazionali / L). I livelli di creatina e di mioglobina sono migliorati con l’emodialisi, ma il paziente è morto di infarto miocardico e di insufficienza respiratoria dopo 13 giorni.

Non comuni (0,1% a 1%): artralgia, mialgia, dolore scheletrico, tendinite 
Sintomi non frequenti: artrite, artrosi, fratture patologiche, osteomielite, sinovite, debolezza muscolare, disturbi tendinei 
segnalazioni post-marketing: Rottura del tendine, lesioni muscolari (compresa la rottura), aumento degli enzimi muscolari, rabdomiolisi

Cardiovascolari

Levofloxacina è stata associata con 13 casi di torsione di punta segnalati alla FDA tra il 1996 e il 2001. Il rischio di aritmie può essere ridotto evitando l’uso del farmaco in pazienti con ipokaliemia, bradicardia significativa, o con il trattamento concomitante con classe IA o agenti antiaritmici III.  Una donna di  88 anni ha sviluppato un prolungamento dell’intervallo QTc durante il trattamento con la levofloxacina 500 mg una volta al giorno. L’intervallo QTc è aumentato da 450 msec a 577 msec dal quarto giorno di trattamento. Levofloxacina è stata interrotta dopo l’esecuzione dei pazienti con esperienza di tachicardia ventricolare. Una donna di 65 anni con ipopotassiemia (2,8 mEq / l), l’ipomagnesiemia (1.5 mEq / L), e insufficienza renale (Scr 7,7 mg / dl, azotemia 34 mg / dL) ha sviluppato un intervallo QTc di 605 ms (baseline 435-485 ms), diversi episodi di torsione di punta, arresto cardiaco e dopo 3 giorni di levofloxacina 250 mg / die EV. L’intervallo QTc è diminuito a 399 ms e non ha avuto altre aritmie dopo l’interruzione della levofloxacina e degli elettroliti. L’ipotensione è stata associata con una infusione endovenosa.

Non comuni (0,1% a 1%): Arresto cardiaco, palpitazioni, flebite, aritmia ventricolare, tachicardia ventricolare 
Sintomi non frequenti: Angina pectoris, aritmia, fibrillazione atriale, bradicardia, scompenso cardiaco, disturbi cerebrovascolari, insufficienza circolatoria, infarto, blocco cardiaco, ipertensione, ipertensione aggravata, ipotensione, infarto del miocardio, ipotensione posturale, porpora, tachicardia sopraventricolare, tachicardia, tromboflebite profonda, vasculite, fibrillazione ventricolare 
segnalazioni post-marketing: Vasodilatazione, prolungamento dell’intervallo QT / prolungamento del QT all’elettrocardiogramma, tachicardia, torsioni di punta

Altro

Comune (1% a 10%): dolore toracico (1%), edema (1%), candidosi (1%) 
Sintomi non frequenti: astenia, febbre, malessere, brividi, dolore toracico retrosternale, ascite, la sensazione di temperatura cambiato, orecchio disturbo (non specificato), dilatazione dell’addome, vampate di calore, cancrena, sintomi simil-influenzali, dolore alle gambe, insufficienza multiorgano, mal d’orecchi, ascessi, herpes simplex, infezioni batteriche, infezioni virali, otite media, sepsi, dolore, stanchezza, edema del viso, vampate di calore, mal di schiena, condizione aggravata, infezione fungine 
segnalazioni post-marketing: insufficienza multiorgano, piressia

Epatici

Non comuni (0,1% a 1%): funzione epatica anormale, aumento degli enzimi epatici, aumento della fosfatasi alcalina 
Sintomi non frequenti: danni epatocellulari acuti, colecistite, colelitiasi, coma epatico, necrosi epatica, bilirubinemia 
segnalazioni post-marketing: epatotossicità grave (compresa l’epatite acuta e fatale eventi), insufficienza epatica (inclusi casi fatali), ittero, epatite

Una donna di 74 anni, ha sviluppato l’epatotossicità  AST (4.962 unità / L), ALT (7.071 unità / L), fosfatasi alcalina (90 unità / L), e bilirubina totale (2,5 mg / dL) dopo l’avvio della terapia con levofloxacina . Livelli sono tornati alla normalità entro una settimana dopo la sospensione. L’epatotossicità grave si è verificata entro 14 giorni (la maggior parte entro 6 giorni) dopo l’inizio della terapia con la levofloxacina e nella maggior parte dei casi non vi sono state associazioni con l’ipersensibilità. La maggior parte dei casi di epatotossicità fatale si sono verificati in pazienti di almeno 65 anni e la maggior parte non sono stati associati con l’ipersensibilità.

Ipersensibilità

Non comuni (0,1% a 1%): reazioni allergiche 
segnalazioni post-marketing: reazioni di ipersensibilità (a volte mortali e anche anafilattiche / anafilattoidi, shock anafilattico, malattia da siero, edema angioneurotico)

Respiratorio

Comune (1% a 10%): Dispnea (1%) 
Non comuni (0,1% a 1%): Epistassi 
Sintomi non frequenti: rinite, sinusite, faringite, bronchite, broncopneumopatia cronica ostruttiva, laringite, pleurite, polmonite, del tratto respiratorio superiore infezioni, asma, tosse, emottisi, singhiozzo, ipossia, versamento pleurico, embolia polmonare, insufficienza respiratoria, ostruzione delle vie aeree, ARDS, aspirazione, broncospasmo, enfisema, polmonite, pneumotorace, collasso polmonare, edema polmonare, depressione respiratoria, disturbi respiratori 
segnalazioni post-marketing: allergiche polmonite (casi isolati)

Ematologici

Non comuni (0,1% a 1%): anemia, granulocitopenia, trombocitopenia 
Sintomi non frequenti: Riduzione dei linfociti, globuli bianchi anormali (non specificato), piastrine anomale, agranulocitosi, ematoma, leucocitosi, linfoadenopatia, diminuzione della protrombina, porpora, trombocitemia 
segnalazioni post-marketing: anemia emolitica, eosinofilia, leucopenia, pancitopenia, anemia aplastica, tempo di protrombina, del rapporto normalizzato internazionale prolungata

Renali

Un uomo di 73 anni, ha sviluppato vasculite e insufficienza renale acuta entro 3 giorni dall’inizio dell’assunzione della levofloxacina per via orale. I sintomi inclusero produzione di urina significativamente minore (0,5 L / d a 0,7 L / d), porpora palpabile, lesioni cutanee eritematose, e aumento della creatininemia (6,4 mg / dL) e BUN (190 mg / dL). La condizione si è risolta entro 4 settimane dopo la sospensione della levofloxacina. A causa della possibilità che questa condizione sia stata causata da una reazione allergica, la risomministrazione non è stata effettuata.

Non comuni (0,1% a 1%): Anormale funzione renale, insufficienza renale acuta 
Sintomi non frequenti: calcoli renali, nefrite interstiziale allergica 
segnalazioni post-marketing: nefrite interstiziale

Metabolici

Un uomo di 79 anni con diabete mellito tipo 2 ha sviluppato l’ipoglicemia grave (glicemia 6 mg / dL) ed è diventato insensibile sei ore dopo aver ricevuto una dose di 250 mg per via endovenosa della levofloxacina. I livelli di glucosio nel sangue in seguito variavano da 40 a 159 mg / dL con dosi di destrosio e infusi, tuttavia, non ha ripreso conoscenza ed è deceduto 2 giorni più tardi.

Non comuni (0,1% a 1%): iperglicemia, iperkaliemia, ipoglicemia 
Sintomi non frequenti: diminuzione della glicemia, ipomagnesiemia, la sete, il diabete mellito aggravato, disidratazione, ipokaliemia, gotta, ipernatriemia, ipofosfatemia, aumento della lattato deidrogenasi, diminuzione di peso, sovraccarico di liquidi, iponatriemia, aumento dell’azoto non proteica, acidosi, ipoglicemia sintomatica, elevati livelli sierici di trigliceridi, elevati livelli di colesterolo nel siero, alterazioni elettrolitiche

Genito-urinari

Comune (1% a 10%): Vaginite (1%) 
Non comuni (0,1% a 1%): candidosi genitale 
Sintomi non frequenti: dismenorrea, ematuria, disuria, oliguria, incontinenza urinaria, ritenzione urinaria, leucorrea, prurito genitale, insufficienza eiaculazione , impotenza, albuminuria, candiduria, cristalluria, cilindruria, candidosi vaginale, infezioni del tratto urinario

Oculari

Frequenza non segnalato: anomalie oftalmologici (tra cui cataratta, più opacità puntiformi lenticolari), visione anormale, dolore agli occhi, nistagmo, congiuntivite 
segnalazioni post-marketing: disturbi Vision (inclusa diplopia), riduzione dell’acuità visiva, visione offuscata, scotomi

Oncologica

Sintomi non frequenti: Carcinoma

Locale

Comune (1% a 10%): reazioni al sito di iniezione (1%) 
Sintomi non frequenti: dolore al sito di iniezione, infiammazione al sito di iniezione

In caso in cui il sovradosaggio è sospettato:

Chiamare il 118 immediatamente.

La corretta conservazione della levofloxacina:

Levofloxacina è di solito manipolata e immagazzinata da un fornitore di assistenza sanitaria. Se si utilizza la levofloxacina a casa, conservarla come consigliato dal vostro farmacista o dal vostro medico. Tenere la levofloxacina fuori dalla portata dei bambini e lontano dagli animali domestici.

Informazioni generali:

  • Se avete domande sulla levofloxacina, si prega di parlare con il medico, o il farmacista
  • Levofloxacina deve essere utilizzata solo da parte del paziente per la quale è prescritta. Non condividere con altre persone.
  • Se i sintomi non migliorano o se peggiorano, consultare il medico.
  • Verificate con il vostro farmacista su come eliminare i medicinali inutilizzati.

Tali informazioni non devono essere utilizzate per decidere se adottare o meno la Levofloxacina o qualsiasi altro medicinale. Solo il medico ha la conoscenza e la formazione adatta per decidere quali farmaci siano corretti per voi. Queste informazioni non sostengono alcuna medicina come sicura, efficace, o approvata per il trattamento di ogni paziente o delle condizioni di salute. Questo è solo un breve riassunto delle informazioni di carattere generale sulla Levofloxacina. Esso non include tutte le informazioni sui possibili usi, indicazioni, avvertenze, precauzioni, interazioni, effetti collaterali o rischi che si possono applicare alla Levofloxacina. Queste informazioni non sono un consulto medico specifico e non sostituiscono le informazioni che ricevete dal vostro medico. È necessario parlare con il vostro medico per avere informazioni complete sui rischi e benefici dell’uso della Levofloxacina.