Citalopram

Citalopram (Celexa): effetti collaterali, controindicazioni, posologia, dosaggio, indicazioni, dosi ed interazioni

Nome Generico: citalopram  Marca: Celexa  Disponibilità: solo su prescrizione  Categoria di Gravidanza: C, il rischio non può essere escluso

Che cosa è citalopram?

Citalopram (Celexa) è un antidepressivo in un gruppo di farmaci chiamati inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI).

Citalopram è usato per curare la depressione.

Citalopram può essere utilizzato anche per scopi non elencati in questo farmaco guida.

Informazioni importanti su citalopram

Non si deve usare Citalopram se si è allergici ad esso, se anche si prende pimozide, o se è in trattamento con iniezione blu di metilene.

Non usare Citalopram se avete preso un inibitore MAO negli ultimi 14 giorni. Potrebbe verificarsi una interazione farmaco pericoloso. Gli inibitori MAO comprendono isocarbossazide, Linezolid, fenelzina, rasagilina, selegilina e tranilcipromina.

Alcuni giovani hanno pensieri di suicidio, quando prima di prendere un antidepressivo. Il medico dovrà controllare i vostri progressi a visite regolari durante l’uso di citalopram. La famiglia o altri caregivers devono anche essere attenti ai cambiamenti di umore o sintomi.

Segnalare eventuali nuovi o peggioramento dei sintomi al proprio medico, come: attacchi di umore o di comportamento cambia, ansia, attacchi di panico, disturbi del sonno, o se si sente impulsivo, irritabile, agitato, ostile, aggressivo, irrequieto, iperattivo (mentalmente o fisicamente), più depressi, o pensieri di suicidio o male da soli.

Prima di prendere Citalopram

Non si deve usare Citalopram se si è allergici ad esso, se anche si prende pimozide, o se è in trattamento con iniezione blu di metilene.

Non usare Citalopram se avete preso un inibitore MAO negli ultimi 14 giorni. Potrebbe verificarsi una interazione farmaco pericoloso. Gli inibitori MAO comprendono isocarbossazide, Linezolid, fenelzina, rasagilina, selegilina e tranilcipromina.

Per assicurarsi che il citalopram è sicuro per voi, informi il medico se si dispone di:

un sanguinamento o disordini della coagulazione del sangue;

fegato o malattie renali;

convulsioni o epilessia;

malattie cardiache, insufficienza cardiaca, un disturbo del ritmo cardiaco, battito cardiaco lento o storia recente di infarto;

storia personale o familiare di sindrome da QT lungo;

uno squilibrio elettrolitico (come bassi livelli di potassio o di magnesio nel sangue);

disturbo bipolare (depressione maniacale), o

una storia di abuso di droga o pensieri suicidi.

Alcuni giovani hanno pensieri di suicidio, quando prima di prendere un antidepressivo. Il medico dovrà controllare i vostri progressi a visite regolari durante l’uso di citalopram. La famiglia o altri caregivers devono anche essere attenti ai cambiamenti di umore o sintomi.

L’assunzione di un antidepressivo SSRI, quali citalopram durante la gravidanza può causare gravi problemi polmonari nel bambino. Tuttavia, si può avere una ricaduta di depressione, se si smette di prendere il vostro antidepressivo. Informi il medico immediatamente se una gravidanza durante il trattamento con citalopram. Non avviare o interrompere l’assunzione di questo medicinale durante la gravidanza senza il parere del medico.

Citalopram può passare nel latte materno e può danneggiare un bambino di cura. Si dovrebbe non allattare al seno durante l’uso di citalopram.

Non somministrare questo farmaco ai minori di 18 anni senza controllo medico.

Citalopram Avvertenze Gravidanza

Un possibile caso di sindrome da astinenza citalopram-indotta è stata descritta in un bambino che ha avuto inizio nei primi giorni dopo la consegna. I sintomi inclusi apnee, respirazione superficiale, disturbi del sonno, e ipotonia che ha cambiato per ipertonia prima che tutti i sintomi si spense e completamente scomparsi dopo 3 settimane. Il 33 – anni, madre aveva ricevuto citalopram 40 mg al giorno per tutta la gravidanza. I risultati di uno studio di coorte indicano che il 30% dei neonati che avevano prolungato l’esposizione ai farmaci SSRI nei sintomi esperienza in utero, in modo dose-risposta, di una sindrome di astinenza neonatale (ad esempio, tremore, disturbi gastrointestinali o di sonno, ipertono, acuto piangere) dopo la nascita. Gli autori suggeriscono che i neonati esposti a SSRI devono essere attentamente monitorati per un minimo di 48 ore dopo la nascita.

Citalopram è stato assegnato alla categoria C di gravidanza da parte della FDA. Citalopram e dei suoi metaboliti hanno dimostrato di attraversare la placenta. Aborto spontaneo umano è stato riportato dal costruttore. I neonati esposti a citalopram (e di altri SSRI e SNRI) alla fine del terzo trimestre hanno sviluppato complicazioni che richiedono l’ospedalizzazione prolungata, supporto respiratorio, e tubo di alimentazione. (Tali complicazioni possono presentarsi immediatamente al momento della consegna.) Ha riportato risultati clinici hanno incluso distress respiratorio, cianosi, apnea, convulsioni, temperatura instabile, difficoltà nell’alimentazione, vomito, ipoglicemia, ipotonia, ipertonia, iperreflessia, tremore, nervosismo, irritabilità e pianto costante. (Queste caratteristiche sono coerenti sia con un effetto tossico diretto di SSRI e SNRI, o eventualmente una sindrome interruzione del farmaco.) In alcuni casi, il quadro clinico è coerente con sindrome da serotonina. I risultati di uno studio prospettico comparativo (n = 396 donne incinte) indicano che l’uso citalopram durante l’embriogenesi non è associato ad un apparente maggiore rischio teratogeno nell’uomo. Tuttavia, citalopram deve essere somministrato durante la gravidanza e soprattutto durante il terzo trimestre, solo se i potenziali benefici superano i potenziali rischi per il feto.

Citalopram Avvertenze allattamento

Citalopram viene escreto nel latte umano. Gli effetti collaterali sono stati riportati in due lattanti. Il produttore raccomanda che una decisione dovrebbe essere presa a sospendere l’allattamento o il farmaco, tenendo conto dell’importanza del farmaco per la madre.

Uno studio ha riportato che la dose relativa ad un lattante è simile a quello riportato per fluoxetina, e superiore a quello riportato per fluvoxamina, paroxetina, sertralina o. Due casi sono stati segnalati dei neonati avvertono un’eccessiva sonnolenza, diminuzione di alimentazione, e la perdita di peso in relazione al seno da una madre che riceve citalopram. Latte / rapporti di concentrazione di siero a base di singole coppie di campioni delle due pazienti variava 1,16-1,88. Sulla base di questo, la dose assoluta un lattante può ingerire sarebbe nella gamma di 4,3-17,6 microgrammi / kg. La dose relativa sarebbe 0,7% al 5,9% della dose materna adattata al peso. In un caso il bambino è stato segnalato per aver recuperato completamente una volta che la madre del bambino ha interrotto il citalopram. Secondo un altro rapporto di caso, la relativa dose di citalopram neonato dal latte materno è di circa il 9% della dose materna adattata al peso. Uno studio di sette donne che assumono citalopram ed i loro bambini ha riferito che le concentrazioni plasmatiche di citalopram e demetilcitalopram nei neonati sono stati molto bassa o assente e non ci sono stati effetti negativi.

Come devo prendere citalopram?

Prendere citalopram esattamente come prescritto dal medico. Seguire tutte le indicazioni sulla vostra etichetta di prescrizione. Il medico può occasionalmente modificare la dose per essere sicuri di ottenere i migliori risultati. Non assumere il farmaco in quantità maggiore o minore o più a lungo di quanto raccomandato.

Misurare citalopram liquido con un cucchiaio di speciale dose di misurazione o di coppa medicina. Se non si dispone di un dispositivo di misurazione della dose, chiedete al vostro farmacista per uno.

Si può prendere 4 settimane o più prima che i sintomi migliorano. Continua a utilizzare il farmaco come diretto e dire al vostro medico se i sintomi non migliorano dopo 4 settimane di trattamento.

Non smettere di usare Citalopram improvvisamente, o si potrebbe avere spiacevoli sintomi da astinenza. Chiedi al tuo medico come fermare in modo sicuro utilizzando citalopram.

Conservare a temperatura ambiente lontano da umidità e calore.

Che cosa accade se manco una dose?

Prendere la dose non appena se ne ricorda. Saltare la dose se è quasi ora per la dose successiva. Non prendere la medicina extra per compensare la dose dimenticata.

Cosa succede se per overdose?

Rivolgersi al medico di emergenza o contattare il 118.

Che cosa devo evitare durante l’assunzione di Citalopram?

Chiedete al vostro medico prima di assumere un farmaco antinfiammatorio non steroideo (FANS) per il dolore, artrite, febbre, o gonfiore. Questo include l’aspirina, celecoxib, diclofenac, indometacina, meloxicam, e altri, e altri. L’utilizzo di un FANS con Citalopram può causare formazione di lividi o emorragie.

Bere alcol può aumentare alcuni effetti collaterali di Citalopram.

Questo medicinale può compromettere il vostro pensiero o reazioni. Prestare attenzione se si guida o fare qualcosa che richiede di essere attenti.

Effetti collaterali citalopram

Ottenere assistenza medica di emergenza se si dispone di uno qualsiasi di questi segni di una reazione allergica a citalopram: rash cutanei, orticaria, difficoltà respiratorie, gonfiore del viso, labbra, lingua o della gola.

Segnalare eventuali nuovi o peggioramento dei sintomi al proprio medico, come: attacchi di umore o di comportamento cambia, ansia, attacchi di panico, disturbi del sonno, o se si sente impulsivo, irritabile, agitato, ostile, aggressivo, irrequieto, iperattivo (mentalmente o fisicamente), più depressi, o pensieri di suicidio o male da soli.

Chiamate il vostro medico se si dispone di:

molto rigido (rigido) muscoli, febbre alta, sudorazione, confusione, battito cardiaco veloce o irregolare, tremori, sensazione di come si potrebbe svenire;

agitazione, allucinazioni, riflessi iperattivi, nausea, vomito, diarrea, perdita di coordinazione, sensazione di come si potrebbe svenire;

mal di testa con dolore toracico e forti capogiri, svenimenti, battito cardiaco veloce o martellante, o

mal di testa, difficoltà di parola, una grave debolezza, crampi muscolari, sensazione di instabilità, convulsioni (convulsioni), respirazione superficiale (può smettere di respirare).

Gli effetti indesiderati comuni citalopram possono includere:

sonnolenza, sensazione di stanchezza;

problemi di sonno (insonnia);

lieve nausea, diarrea, disturbi di stomaco, secchezza della bocca;

sintomi del raffreddore, quali naso chiuso, starnuti, mal di gola, tosse;

aumento della sudorazione o la minzione, variazioni di peso, oppure

diminuzione del desiderio sessuale, impotenza, o la difficoltà che hanno un orgasmo.

Questa non è una lista completa degli effetti indesiderati possono verificarsi e altri. Chiamate il vostro medico per un consiglio medico circa gli effetti collaterali.

Effetti collaterali nel dettaglio

Alcuni effetti collaterali di citalopram non possono essere riportati. Consultare sempre il proprio medico o specialista sanitario per un consiglio medico.

Per il consumatore

Si applica a citalopram: soluzione orale, compressa orale

Ottenere assistenza medica di emergenza se si dispone di uno qualsiasi di questi segni di una reazione allergica durante l’assunzione di Citalopram: rash cutanei, orticaria, difficoltà respiratorie, gonfiore del viso, labbra, lingua o della gola.

Segnalare eventuali nuovi o peggioramento dei sintomi al proprio medico, come: attacchi di umore o di comportamento cambia, ansia, attacchi di panico, disturbi del sonno, o se si sente impulsivo, irritabile, agitato, ostile, aggressivo, irrequieto, iperattivo (mentalmente o fisicamente), più depressi, o pensieri di suicidio o male da soli.

Chiamate il vostro medico se si dispone di:

molto rigido (rigido) muscoli, febbre alta, sudorazione, confusione, battito cardiaco veloce o irregolare, tremori, sensazione di come si potrebbe svenire;

agitazione, allucinazioni, riflessi iperattivi, nausea, vomito, diarrea, perdita di coordinazione, sensazione di come si potrebbe svenire;

mal di testa con dolore toracico e forti capogiri, svenimenti, battito cardiaco veloce o martellante, o

mal di testa, difficoltà di parola, una grave debolezza, crampi muscolari, sensazione di instabilità, convulsioni (convulsioni), respirazione superficiale (può smettere di respirare).

Gli effetti indesiderati comuni possono includere:

sonnolenza, sensazione di stanchezza;

problemi di sonno (insonnia);

lieve nausea, diarrea, disturbi di stomaco, secchezza della bocca;

sintomi del raffreddore, quali naso chiuso, starnuti, mal di gola, tosse;

aumento della sudorazione o la minzione, variazioni di peso, oppure

diminuzione del desiderio sessuale, impotenza, o la difficoltà che hanno un orgasmo.

Questa non è una lista completa degli effetti indesiderati possono verificarsi e altri. Chiamate il vostro medico per un consiglio medico circa gli effetti collaterali.

Per gli operatori sanitari

Si applica a citalopram: soluzione orale, compressa orale

Sistema nervoso

Quasi tutti gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, la serotonina misto / noradrenalina reuptake della serotonina e gli antidepressivi triciclici provocano alterazioni del sonno in una certa misura. Questi antidepressivi hanno segnato effetti dose-dipendenti su rapid eye movement (REM) del sonno, con conseguente riduzione della quantità totale di sonno REM oltre la notte e ritardi la prima messa in sonno REM (sonno REM maggiore insorgenza latenza (ROL)), sia in soggetti sani e pazienti depressi. Gli antidepressivi che la funzione della serotonina aumento sembrano avere il più grande effetto sul sonno REM. La riduzione del sonno REM è massima all’inizio del trattamento, ma ritorna gradualmente ai valori basali nel corso della terapia a lungo termine, tuttavia, ROL rimane a lungo. A seguito di interruzione della terapia con la quantità di sonno REM tende a rimbalzo. Alcuni di questi farmaci (ad esempio, bupropione, mirtazapina, nefazodone, trazodone, trimipramina) sembrano avere un effetto modesto o minimo sul sonno REM.

Sono stati segnalati effetti collaterali sul sistema nervoso tra cui mal di testa (26%), secchezza delle fauci (20%), aumento della sudorazione (11%), tremore (8%), vertigini (2%), e alterazioni del sonno. Parestesia, e l’emicrania sono stati riportati frequentemente. Ipercinesia, vertigini, ipertonia, disturbi extrapiramidali, crampi alle gambe, contrazioni muscolari involontarie, ipocinesia, nevralgie, distonia, disturbi della deambulazione, iperestesia e atassia sono stati segnalati raramente. La sindrome neurolettica maligna, sindrome serotoninergica, coordinazione anormale, iperestesia, ptosi, stupore e choreoathetosis sono stati segnalati raramente. Acatisia, discinesia, e grande male convulsioni sono stati segnalati per essere temporalmente associato al trattamento con citalopram.

Gastrointestinale

Sono stati riportati effetti collaterali gastrointestinali quali nausea (fino al 21%), diarrea (8%), e dispepsia (5%). Aumento della salivazione e flatulenza sono stati riportati frequentemente. Gastrite, gastroenterite, stomatite, eruttazione, emorroidi, disfagia, digrignamento dei denti, gengivite, ed esofagite sono stati riportati raramente. Colite, ulcera gastrica, colecistite, colelitiasi, ulcera duodenale, reflusso gastroesofageo, glossite, ittero, diverticolosi, emorragia rettale, pancreatite, e singhiozzo sono stati segnalati raramente. Emorragia gastrointestinale è stato riportato essere temporalmente associato all’uso di citalopram.

Uno studio su 26.005 utenti antidepressivi ha riportato 3,6 volte più alto GI episodi di sanguinamento con l’uso di SSRI rispetto alla popolazione che non hanno ricevuto farmaci antidepressivi. Superiore del tratto gastrointestinale è stata osservata nel 4,1 volte più frequentemente nei pazienti trattati con citalopram.

Psichiatrica

Effetti collaterali psichiatrici compreso sonnolenza (18%), insonnia (fino al 15%), ansia (4%), anoressia (4%), agitazione (3%), dismenorrea (3%), diminuzione della libido (2%), e sbadigli (2%) sono stati segnalati. Difficoltà di concentrazione, amnesia, apatia, depressione, aumento dell’appetito, depressione aggravata, tentativo di suicidio, e la confusione sono stati riportati frequentemente. Aumento della libido, reazioni aggressive, paranoia, tossicodipendenza, depersonalizzazione, allucinazioni, euforia, depressione psicotica, delirio, reazione paranoica, labilità emotiva, reazione di panico e psicosi sono stati riportati raramente. Reazione catatonica, sindrome da astinenza e malinconia sono stati riportati raramente. Delirio è stato riportato essere temporalmente associato al trattamento con citalopram.

Genito-urinario

Sono stati segnalati effetti collaterali genito-urinario tra cui disturbo eiaculatorio (ritardo principalmente eiaculatorio) (6%), e l’impotenza (3%). Amenorrea è stata riportata frequentemente. Disordini riproduttivi femminili tra cui galattorrea, dolore al seno, ingrossamento del seno, ed emorragia vaginale sono stati riportati raramente. Il priapismo è stato riportato raramente. Un caso di eiaculazione spontanea è stata anche riportata.

Respiratorio

Sono stati segnalati effetti collaterali del sistema respiratorio tra cui l’infezione del tratto respiratorio superiore (5%), rinite (5%) e sinusite (3%). La tosse è stata riportata frequentemente. Bronchite, dispnea e polmonite sono stati riportati raramente. L’asma, laringite, broncospasmo, polmonite e aumento dell’espettorato sono stati riportati raramente.

Altro

Ritiro effetti sono in genere auto-limitante. Tuttavia, ci sono state segnalazioni di gravi sintomi da sospensione. I pazienti devono essere monitorati per sintomi di astinenza quando si interrompe il trattamento con citalopram. Riduzione graduale della dose è raccomandata quando possibile. Se si presentano sintomi intollerabili a causa di una riduzione del dosaggio o la sospensione del trattamento, il ripristino della dose prescritta in precedenza può essere opportuno. Questo può essere seguito da un più graduale riduzione del dosaggio.

Sono stati riportati altri effetti collaterali che si verificano dopo la sospensione di citalopram, in particolare quando la sospensione è stata brusca. Questi effetti di astinenza hanno incluso l’umore disforico, irritabilità, agitazione, vertigini, disturbi sensoriali tra cui odore sfavorevole, ansia, confusione, mal di testa, letargia, labilità emotiva, insonnia e ipomania.

Generale

Sono stati riportati effetti indesiderati generali cui stanchezza (5% al ​​6%), febbre (2%) e astenia (1%). Vampate di calore, rigidità, intolleranza all’alcool, sincope, e sintomi simil-influenzali sono stati segnalati raramente. Febbre da fieno è stata riportata raramente. Dolore toracico è stato riportato essere temporalmente associato all’uso di citalopram. La sindrome serotoninergica è stata segnalata in due pazienti che sono stati trattati contemporaneamente con linezolid (un I-MAO non selettivo reversibile).

Muscoloscheletrico

Anche se non riportato per citalopram, in uno studio utilizzando i dati sanitari della provincia di Ontario, Canada rivedendo 8.239 pazienti trattati per fratture dell’anca, l’odds ratio aggiustato per la frattura dell’anca è stata del 2,4 per esposizione a inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (tra cui la fluoxetina, fluvoxamina, paroxetina, sertralina), rispetto ai partecipanti che avevano alcuna esposizione agli antidepressivi. Un simile rapporto di probabilità di frattura dell’anca può essere presente per i pazienti in trattamento con citalopram.

Sono stati segnalati effetti collaterali del sistema muscoloscheletrico inclusi artralgia (2%) e mialgia (2%). L’artrite, debolezza muscolare e dolore scheletrico sono stati riportati raramente. Borsite e l’osteoporosi sono stati segnalati raramente. Rabdomiolisi è stata riportata essere temporalmente associato al trattamento con citalopram.

Cardiovascolari

Effetti collaterali cardiovascolari, tra cui tachicardia, ipotensione posturale, e ipotensione sono state riportate frequentemente. L’ipertensione, bradicardia, edema (estremità), angina pectoris, extrasistoli, scompenso cardiaco, vampate di calore, infarto miocardico, accidenti cerebrovascolari, ischemia miocardica e sono stati riportati raramente. Attacco ischemico transitorio, flebiti, fibrillazione atriale, arresto cardiaco, blocco di branca, trombocitopenia, aritmia ventricolare, torsione di punta, e angioedema Sono stati segnalati raramente. Prolungamento dell’intervallo QT è stato segnalato per essere temporalmente associato al trattamento con citalopram.

Endocrino

Raramente sono stati riportati effetti collaterali endocrini tra cui ipotiroidismo, gozzo, e ginecomastia. Sono stati riportati diversi casi di sindrome da inappropriata secrezione di ormone antidiuretico. Sono stati segnalati anche tre casi di iponatremia secondaria a sindrome da inappropriata secrezione di ormone antidiuretico. Prolactinemia è stato riportato essere temporalmente associato al trattamento con citalopram.

Ematologica

Due studi hanno riportato che l’uso concomitante di un farmaco anti-infiammatori non steroidei o aspirina potenziato il rischio di sanguinamento. Questi studi si sono concentrati sul sanguinamento gastrointestinale superiore. Tuttavia, il produttore ha riferito che non vi è ragione di credere che il sanguinamento in altri siti può essere potenziato in modo simile. I pazienti devono essere avvisati del rischio di sanguinamento da un uso concomitante di citalopram e FANS, l’aspirina o altri farmaci che influiscono sulla coagulazione.

Effetti collaterali ematologici tra cui porpora, anemia, epistassi, leucocitosi, leucopenia, linfoadenopatia e sono stati riportati raramente. Embolia polmonare, granulocitopenia, linfocitosi, linfopenia, anemia ipocromica, disturbi della coagulazione e sanguinamento gengivale sono stati segnalati raramente. Diminuzione della protrombina, anemia emolitica e trombosi sono stati segnalati per essere temporalmente associato al trattamento con citalopram.

Sono stati segnalati episodi di sanguinamento nei pazienti trattati con psicofarmaci che interferiscono con la ricaptazione della serotonina. Studi epidemiologici successivi hanno riportato un’associazione tra l’uso di psicofarmaci che interferiscono con la ricaptazione della serotonina e la comparsa di sanguinamento gastrointestinale superiore.

Metabolica

I risultati di uno studio sembrano indicare che il trattamento con inibitori selettivi del reuptake della serotonina (ad esempio, paroxetina, sertralina, citalopram) può causare un aumento del colesterolo totale, colesterolo HDL, e / o colesterolo LDL. Tuttavia, ulteriori studi sono necessari per confermare questi risultati.

Numerosi casi di iponatriemia sono stati riportati in seguito al trattamento con un inibitore selettivo della ricaptazione della serotonina (SSRI). Fattori di rischio per lo sviluppo di SSRI-associato iponatriemia quali l’età avanzata, il sesso femminile, l’uso concomitante di diuretici, basso peso corporeo, e il sodio plasmatico più bassi della linea di base sono stati identificati. L’iponatriemia tende a svilupparsi entro le prime settimane di trattamento (range 3-120 giorni) e in genere si risolve entro 2 settimane (range da 48 ore a 6 settimane) dopo la terapia è stata interrotta con alcuni pazienti che richiedono un trattamento. Il meccanismo proposto per lo sviluppo di iponatriemia comporta la sindrome da inappropriata secrezione di ormone antidiuretico (SIADH) tramite rilascio di ormone antidiuretico.

Effetti collaterali metabolici e nutrizionali tra cui aumento di peso o diminuzione sono stati riportati frequentemente. Aumento degli enzimi epatici, la sete, secchezza degli occhi, aumento della fosfatasi alcalina e anormale tolleranza al glucosio sono stati riportati raramente. Bilirubinemia, ipokaliemia, iponatremia, l’obesità, l’ipoglicemia, l’epatite, e disidratazione Sono stati segnalati raramente. Un aumento del colesterolo nel siero è stato riportato seguente uso di citalopram.

Dermatologica

Effetti indesiderati dermatologici tra cui rash e prurito sono stati riportati frequentemente. Reazione di fotosensibilità, orticaria, acne, decolorazione della pelle, eczema, alopecia, dermatite, pelle secca, e psoriasi sono stati riportati raramente. Ipertricosi, diminuzione della sudorazione, melanosi, cheratite, cellulite, e prurito anale Sono stati segnalati raramente. Ecchimosi è stata riportata essere temporalmente associato all’uso di citalopram. Un caso di escitalopram indotta vasculite cutanea leucocitoclastica è stato riportato.

Un caso di vasculite cutanea leukocytoclastic è stato riportato in un paziente trattato con escitalopram (dose non dichiarato). Le lesioni sono scomparsi una settimana dopo l’interruzione di escitalopram e ricomparse dopo rechallenge. Si è verificato un reazione simile, quando il paziente è stato passato a paroxetina.

Oculare

L’effetto collaterale oculare di sistemazione anomala è stata riportata frequentemente. Congiuntivite, dolore agli occhi e sono stati segnalati raramente. Midriasi, fotofobia, diplopia, lacrimazione anomala e cataratta sono stati segnalati raramente. Necrolisi epidermica ed eritema multiforme sono stati riportati raramente. Nistagmo è stato riportato essere temporalmente associato al trattamento con citalopram.

Altro

Sono stati riportati diversi effetti collaterali sui sensi. Alterazione del gusto è stata riportata frequentemente. L’acufene è stata riportata raramente. Perdita del gusto è stata raramente riportata.

Epatico

Effetti indesiderati epatici inclusi necrosi sono stati riportati raramente.

Renale

Sono stati segnalati effetti collaterali renali, comprendenti insufficienza renale acuta.

Ipersensibilità

Sono stati segnalati effetti collaterali ipersensibilità, inclusa anafilassi e reazioni allergiche.

Citalopram informazioni sul dosaggio

Solita dose per adulti di Citalopram per la depressione:

Dose iniziale: 20 mg per via orale una volta al giorno.
Dose di mantenimento: da 20 a 40 mg / die. La dose iniziale può essere aumentata con incrementi di 20 mg non più di una volta a settimana fino a un massimo di 40 mg al giorno.

Solita dose Geriatrica per la depressione:

20 mg / die per via orale è la dose massima raccomandata per i pazienti che sono più di 60 anni di età.

Solita dose pediatrica per la depressione:

I bambini fino a 11 anni:
Dose iniziale: 10 mg per via orale una volta al giorno; aumento dose lentamente da 5 mg / die ogni 2 settimane se clinicamente necessario; range di dosaggio: da 20 a 40 mg / die

12 a 18 anni:
Iniziale: 20 mg per via orale una volta al giorno; aumento dose lentamente da 10 mg / die ogni 2 settimane come clinicamente necessario, range di dosaggio: da 20 a 40 mg / die

Solita dose pediatrica di Citalopram per disturbo ossessivo compulsivo:

Bambini fino a 11 anni: iniziale: 5-10 mg / die somministrati una volta al giorno; aumento dose lentamente da 5 mg / die ogni 2 settimane se clinicamente necessario; range di dosaggio: da 10 a 40 mg / die.
12 a 18 anni: iniziale: da 10 a 20 mg / die somministrata una volta al giorno; aumento dose lentamente da 10 mg / die ogni 2 settimane se clinicamente necessario; range di dosaggio: da 10 a 40 mg / die.

Quali altri farmaci possono incidere citalopram?

Assunzione di citalopram con altri farmaci che possono indurre sonnolenza o rallentare la respirazione può aumentare questi effetti. Chiedete al vostro medico prima di assumere citalopram con un sonnifero, analgesici narcotici, rilassante muscolare, o la medicina per l’ansia, la depressione, o convulsioni.

Chiedete al vostro medico prima di assumere un farmaco antinfiammatorio non steroideo (FANS) per il dolore, artrite, febbre, o gonfiore. Questo include l’aspirina, celecoxib, diclofenac, indometacina, meloxicam, e altri, e altri. L’utilizzo di un FANS con Citalopram può causare formazione di lividi o emorragie.

Molti farmaci possono interagire con citalopram. Non tutte le interazioni possibili sono elencate qui. Informi il medico su tutti i farmaci e tutti si inizia o smette di usare durante il trattamento, in particolare:

altri antidepressivi – amitriptilina, doxepin, clomipramina, desipramina, imipramina, nortriptilina, protriptilina, trimipramina;

litio;

Erba di San Giovanni;

tacrolimus;

trytophan (a volte chiamato L-triptofano)

triossido di arsenico, Vandetanib;

un antibiotico – azitromicina, claritromicina, eritromicina, levofloxacina, moxifloxacina, pentamidina;

anti-malaria farmaco – clorochina, alofantrina, meflochina;

un anticoagulante come il warfarin, Coumadin;

farmaci del ritmo cardiaco – amiodarone, dofetilide, disopiramide, dronedarone, flecainide, ibutilide, procainamide, propafenone, chinidina, sotalolo;

HIV o AIDS;

medicine per prevenire o trattare la nausea e il vomito – dolasetron, droperidolo, ondansetron;

farmaci per il trattamento di disturbi psichiatrici – clorpromazina, clozapina, aloperidolo, mesoridazina, pimozide, tioridazina, ziprasidone;

emicrania mal di testa medicina – sumatriptan, zolmitriptan;

farmaci per il dolore – fentanil, metadone, tramadolo;

medicinale per l’epilessia, o

acido dello stomaco riduttori – cimetidina, lansoprazolo, omeprazolo.

Questo elenco non è completo e molti altri farmaci possono interagire con citalopram. Questo include farmaci da prescrizione e prodotti da banco, vitamine e prodotti di erboristeria. Dare un elenco di tutti i farmaci a qualsiasi operatore sanitario che ti tratta.